lunedì 8 marzo 2010

"L'infiltrato"...

Temevo il vento,più della neve o della pioggia,era il vento associato al freddo che non mi faceva dormire tranquillo…
Mi alzo all’ora della tigre di “Aldo Rockiana” memoria,fuori nemmeno un fiocco di neve,nemmeno il tempo di tirare un sospiro di sollievo che iniziano a cadere i primi fiocchi che nel giro di 5 minuti hanno già imbiancato le auto parcheggiate sottocasa ma,come anticipato,sono quelle piante che danzano sotto le folate di vento che mi fanno pensare “sicuro di voler fare oggi il tuo lungo???..non sei neanche iscritto..
La risposta è scontata “certo che sono sicuro..”,il tentativo è di auto-convincermi consapevole che se abbandono senza provarci poi non mi do pace… anche se è solo un allenamento.. oltretutto oggi ci sono le mie donne (mamma-sorella-morosa) molto agguerrite e disposte a tutto pur di partecipare alla loro camminata non-competitiva. Il fatto che sia stato allestito anche un traguardo per loro le esalta ancora di più..
Arrivo in zona partenza e mi metto a gironzolare nel tentativo di vedere qualche faccia nota,l’apparente nevicata era solo uno spauracchio,sparita con la stessa velocità con la quale era arrivata,però fa freddo,o meglio,c’è stato un così rapido ritorno a temperature prossime allo zero che sembra ancora più freddo,soprattutto dopo qualche giorno tiepido… e il vento ci mette il carico…
Abbozzo un mini-riscaldamento e incrocio la Cri,in partenza per la sua mezza,dopo 2 chiacchere mi defilo e mi metto a fondo gruppo,non sono iscritto,sono un infiltrato e non voglio disturbare nessuno..
Il percorso dopo aver abbandonato la città è un lungo falsopiano fino al 24esimo km,preso dalla parte sbagliata… una salitina che se la fai in auto sembra pianura,se la fai di corsa controvento ti accorgi che sale… Infatti sento che la corsa è meno fluida rispetto ad una settimana fa e che ogni km risulta più lento di quanto avevo messo in programma,però scambio qualche battuta con un runner bergamasco,ci faremo compagnia fino alla fine del mio lungo,e il tutto è molto utile per alleggerire la fatica…
Il tanto temuto vento però lo soffro ancora di più quando non mi sbatte più frontalmente,sembra un paradosso,ma negli ultimi km quando mi espongo per coprire un po’ il mio compagno di giornata da delle potenti folate che arrivano lateralmente e il fianco inizia a farmi male,però le gambe girano e gli unici problemi sembrano arrivare dal vento,perché quando arrivo al punto stabilito per l’incontro con il “mio autista”,al 31esimo,mi sembra d’avere ancora del margine.
Chiuso il mio lungo da infiltrato posso dire di essere abbastanza soddisfatto,anche se non sono molto portato ad infilarmi così in gara.. a non avere la medaglia ecc..
Ho perso un paio di minuti rispetto ad una settimana fa,ma penso siano dovuti più dalle condizioni metereologi che non ottimali,perché non ho avuto sensazioni negative post-corsa.
Faccio il mio applauso a chi si è conquistato la sua medaglia oggi perché non era facile. Quindi agli oltre 50
Bipedi presenti,alla Cri che ha chiuso togliendo 5 minuti rispetto a Verona ed infilando un sorpasso importante (per lei..) nel finale (tu mi capisci..),alle mia ragazza che si è tolta qualche ora di letto (impensabile..) per guidare la truppa sul tracciato di 11km non-competitivo,mentre conosco lo spirito combattivo di mamma e sorella…
Adesso dopo aver corso due mezze e due lunghi nelle ultime 5 settimane mi prenderò un weekend di pausa,Sabato sera uscirò,finalmente…




Buon 8 Marzo!

12 commenti:

uscuru ha detto...

direi ke e' andata bene,non capisco xke' ti preoccupi, senza pettorale poi ki ti riconosce!!

GIAN CARLO ha detto...

Veramente stavolta ho letto una nuova cativeria

Fatdaddy ha detto...

...non potevi deludere in gruppo di fans sfegatate che ti porti dietro e non lo hai fatto!
Ottima prova, Andrè! ;)

Francarun ha detto...

Ma che la cri era con te ? mah...
Hai fatto il Portoghese, qualche volta l'ho fatto pure io....
E finalmente sei una Tigre....con le fans al seguito !

Marco Bucci ha detto...

Ummhhmm sento odor di maratona...

MFM ha detto...

Ottimo direi, chiudere un allenamento iniziato con timore è sempre una grande soddisfazione se è un lungo poi la soddisfazione cresce. Comunque hai ragione, questo ritorno di freddo e umido dopo aver assaporato il tepore del sole è un disastro.

insane ha detto...

Uscuru: sarà che non sono abituato.. alla maratona di Roma,ad esempio,è specificato che vietano di correre senza pettorale ecc. per una serie di ragioni..

Janco: cioè???

Fat: più che deludere loro,sono io che non mi do pace se salto.. ;)

Franca: ogni gruppo ha la sua Cri.. oppure è la stessa che corro troppo.. ;)
Stavolta non potevo chiedere tifosi,non arrivavo a nessun traguardo..purtroppo..

Bucci: l'idea c'è,nel prossimo mese.. non svelo quale perchè con le mie ginocchia potrebbe saltare in un attimo,quindi la svelerò una volta realizzata..

MFM: quando devo correre un lungo mi sembra quasi di dover andare in gara quindi ci penso sempre un pò su.. Questa volta c'era l'aggravante metereologica che non mi lasciava tranquillo e,quì,oggi è pure peggio,il tempo..

the yogi ha detto...

col pettorale avresti avuto la smania, in questo modo hai fatto il giusto allenamento e per giunta in compagnia! giustissime invece le accortezze che hai avuto....

insane ha detto...

Yogi,con il pettorale,avrei fatto fatica a fermarmi...stupidamente,ma poi l'orgoglio prende il sopravvento..

GIAN CARLO ha detto...

Semplicemente sembri + motivato ..altre volte tra infortuni e caxxate varie sembravi poco pronto a dare battaglia

insane ha detto...

Giancarlo,il ginocchio non mi da molta tregua ma andiamo avanti pensando positivo perchè ho poco altro da fare..
Comunque avevo interpretato male,pensavo intendessi dire che avevo scritto io una cattiveria nel mio post... sono suonato.. ;)

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie