martedì 7 settembre 2010

Marcialonga running 2010

Non mi sono mai considerato un “fissato” dei tempi ma ormai sono talmente abituato ad avere dei riferimenti che quando il Garmin mi ha abbandonato prima del via mi sono sentito un po’ perso anche perché era una gara fatta apposta per fregarti con quèlla prima parte che ti invoglia a spingere e quèi 3-4km finali in salita.

Quindi dopo diverse imprecazioni mi sono infilato in griglia solo negli ultimi istanti per una partenza dal fondo come spesso mi capita. D’altronde se non hai il talento per partire davanti meglio lasciar sgranare un po’ il serpentone e cercare di prenderlo d’infilata.. oltretutto la partenza veloce fa allungare subito il gruppo ed evita gli intasamenti iniziali che,invece,ti tarpano le ali alla Cortina-Dobbiaco,per rimanere in zona..

Senza gps non ho molto da dire sulla mia condotta di gara,il finale è stato duro,la risalita sofferta,fortunatamente la maglia azzurra marchiata Blogtrotters del mitico Fatdaddy era entrato da poco nella mia visuale e tenerla nel mirino si è rivelato un buon obbiettivo per combattere i cattivi pensieri che ti attanagliano su quèlle rampe.

Chiudo i (quasi) 26km in 2h04’31” con un passaggio alla mezza in 1h39’30” (fonte Datasport) e sono soddisfatto perché dal 16-17esimo km ho accusato un po’ di stanchezza e qui si notano i 4 mesi senza pettorale e le poche corse lunghe fatte nel periodo. Un paio di volte ho superato i 20 e sempre con ritmi sopra i 5’ al km e all’ultimo giro “lungo” ho chiuso con un piede in queste condizioni..










(non vedevate l'ora è..)



Quindi posso catalogare il tutto nella sezione "bèlle sperienze" anche perchè il contorno è stato perfetto,giornata splendida,un filo calda nell’ultima parte ma nulla di insopportabile e splendidi panorami come per ogni gara dolomitica.. e poi è collocata in un periodo in cui i paesini di montagna sono ancora “vivi” e stanno chiudendo la stagione estiva mentre a Cortina feci un weekend in un ambiente desolatamente vuoto.. In compenso potrebbe essere migliorata esteticamente la medaglia..


A farmi compagnia oltre alla Grace anche Cristina che ha corso la sua prima gara "sopra" la mezza ed ha chiuso in 2h41' circa. Un applauso anche a lei che si sta godendo le dolomiti ancora per qualche giorno..

19 commenti:

albertozan ha detto...

Spettacolare come gara è Andrea?...un salutone ;-)

Fatdaddy ha detto...

Ciao ragazzaccio, ma guarda che belle foto sorridenti che piazzi sempre!
L'organizzazione aveva predisposto un servizio lepri professioniste, ma per te avevano ormai esaurito il budget e, raschiando il fondo del barile, mi hanno ingaggiato per tirarti la volata sulla rampa!

Oddìo, tirarti la volata è una parola un po' grossa, visto che arrancavo pulendo la strada con la lingua, ma tant'è... :DDD

Patty ha detto...

finalmente ti si sente.....bella gara in posti fantastici.

KayakRunner ha detto...

Bella esperienza! Avere il Fat come lepre non è male dai... anche se poi ti ritrovi un piede così malandato. Ma a cosa è dovuto? A me sembrano le calze un pò troppo grosse... sbaglio?

insane ha detto...

Alberto: la montagna mi piace parecchio,ogni anno torno sulle dolomiti e correre in certi posti è sempre piacevole.. ricambio il salutone!

Fat: fin troppo..... a fine salita avevo 5-10 metri da te,dopo l'ultima curva non ho retto la tua impennata finale..

Patty: rieccomi,magari non ho scritto molto ma vi ho tenuto d'occhio sempre,non vi mollo..proprio una bèlla gara!

Kaya: infatti,il Fat nel finale è stata una visione mistica come ha detto lui..
Sul mio piede: era un'eredità dell'ultimo allenamento lungo,calze Reebok avute in dono dal Gazzetta runners club,probabilmente non le avevo mai usate per allenamenti troppo lunghi.. oppure sono le scarpe,modello solito ben testato ma con pochi km corsi dopo il cambio e il caldo ha completato l'opera di sfregamento..

Lucky73 ha detto...

Bellissima quella gara e tu cazzarola sei il ritratto della felicità :-))

nino ha detto...

certo che quel piede deve essere stato un bel tormento. comunque complimenti per la tua gara "alla cieca"

insane ha detto...

Lucky: quando è finita me la rido sempre.. anche perchè durante non ne ho proprio.. ;)))

Nino: del piede me ne ero accorto solo per il bruciore..
Senza Garmin mi sentivo perso perchè era una gara strana.. discesa,salita non volevo andar fuori giri..

Luca "Ginko" ha detto...

Due post su questa gara entrambi positivi, mi sa che la devo mettere nel mirino pe rl'anno prosismo. Il tuo passaggio alla mezza è il risultato che ovrrei fare a Cremona.. bravo.

MauroB2R ha detto...

Il prox anno devo assolutamente farmi anch'io una gara sul generis...deve essere troppo bello correre in certi posti!!

insane ha detto...

Luca: io a Cremona ho fatto un tempo simile ed a Verona ho abbassato di un minuto circa.. sono i miei due tempi migliori sulla distanza e due gare veloci..

Mauro: te la consiglio,ne vale la pena e poi certe distanze intermedie sono difficili da trovare..

Caio ha detto...

Avevo nel mirino questa gara su invito di amici trentini, ma poi altre priorità hanno invaso la mia vita. Il prossimo anno non vorrei perdermela... povero piede!

Francarun ha detto...

Azzz ti sei fatto venire una vescica......però ti sei difeso bene 26 km in così poco tempo è ottimo, e poi a dire la verità pure io parto sempre dietro a tutti per evitare gli intasamenti.....Grande Andrea !

Alvin ha detto...

Certo farsi tirare la volata da uno che di soprannome fa FAT.... scherzo dai, anche perchè quello là ha iniziato a pestare forte, e quando non corre voga... e chi lo prende???

mjaVale ha detto...

vedere la tua gioia all'arrivo è bello e contagioso! complimenti, bene il tempo sulla mezza! Son certa che non dev'esser facile correre senza l'aiuto dell'indicazione del ritmo, soprattutto se ci si è abituati...

theyogi ha detto...

miii quanto sei dimagrito... o ricordavo male? meglio il fat del garmin, almeno lui ti ha fatto compagnia.... ;)

insane ha detto...

Caio: immagino.. ancora congratulazioni per la nascita dell'erede,il prossimo anno le farai fare una gita..

Franca: non pensavo avrei fatto quèl tempo visti i miei ritmi più recenti.. senza riferimenti devo aver tirato e poi resistito..

Alvin: una volta potevo corrergli al fianco,poi un giorno ha piazzato un 3h32' a Treviso e mi è scappato.. quando l'ho visto ho capito che stava andando bene (per me)..

Vale: il rischio di non capirci una mazza era MOLTO alto,temevo un'andatura troppo allegra che avrei pagato nel finale e,invece,ho tenuto discretamente..

Yogi: ma se sono sempre stato un'acciughino.. ;) da quèl punto di vista ho anch'io i miei scheletri nell'armadio..
Seriamente non penso di essere troppo distante dal peso romano,ma per le volte che mi peso potrei dire una ca****a........

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Le corse in montagna sono sempre ricche di panorami splendidi e scorci da favola. Hai fatto una bella gara e verdai che sicuramente se la prossima fai qualche lungo prima migliori di certo! Ma il Garmin come mai non ti funzionava?
Ciao Andrea

insane ha detto...

Non so Pasteo,mi è già capitato 1 volta che non riesca a tenerlo acceso,come se fosse scarico... dopo lo ricarico e riparte.. probabilmente è la batteria che inizia a perdere colpi..
Sono soddisfatto della gara,considerata la salita finale non posso lamentarti,sono in linea con le mie possibilità..